domenica 13 dicembre 2009

Lussekatter - Pane Dolce Svedese di Santa Lucia..

Quando vivevo a Stoccolma, uno dei momenti festivi piu' belli era il giorno di Santa Lucia. Al mattino presto fanciulle vestite di bianco con corone di candele sul capo sfilano per le vie della città, dirigendosi a Skansen il parco - museo della città. Qui viene eletta la regina della luce, tra alci, renne, botteghe di manifattura locale e chioschi dove ristorarsi con caldo GLÖGG (vino caldo speziato) e dolcetti di Santa Lucia. Stoccolma è una città affascinante e accogliente che saprà sorprendervi nonostante la mancanza di luce e il freddo dell'inverno. Trascorrervi le vacanze di Natale potrebbe essere un'esperienza unica nella vostra vita. Da non perdere il Julbord, la variante natalizia dello smörgåsbord, ossia un buffet di piatti caldi e freddi tipici della tradizione svedese come il gravlax (salmone marinato con aneto), julskinka (prosciutto arrosto con senape e miele), köttbullar (le famose polpettine), Janson Frestelse (la tentazione di Janson) che trovate in questo post, e le Kanelbullar. Inoltre non mancano mai formaggi, salumi, cetriolini e vodka a fiumi!


INGREDIENTI:
400gr Farina00

300gr Farina Manitoba
150gr Zucchero
1 Bustina Zafferano

2 Cubetti di Lievito di Birra
150gr Burro
400ml Latte
1 Pizzico Sale
Tuorlo d'Uovo
Uvetta Sultanina


Fate sciogliere il burro col latte e lo zafferano. Fatelo intiepidire e versatelo sul lievito sbriciolato in una terrina. Aggiungete le farine un pò alla volta, lo zucchero e un pizzico di sale e impastate fino a ottenere un composto morbido ma non troppo. Copritelo con un canovaccio e fatelo lievitare per un'ora. Lavorate ancora un pò la pasta e formate dei cilindretti arrotolondo le estremità in direzioni opposte in modo da ottenere una "S". In ogni girella mettete un chicco di u
vetta e spennellate col rosso d'uvo sbattuto. Fate lievitare ancora per una quarantina di minuti e infornate a 180 gradi per venti minuti circa. Accompagnate con una tazza di Glogg o Vin Brulè.

22 commenti:

fiorix ha detto...

che delizia questi biscottini!!!baci

luna ha detto...

devono propro essere ottimi! Complimenti! Noi in Sicilia usiamo preparare la "cuccìa" nel giorno della festa di Santa Lucia... si tratta di grano cotto...
Baci

Marilì di GustoShop ha detto...

Ciao Sciopi ! Adoro questi dolcetti, li ho assaggiati dalla mia amica Alexandra, italianissima ma nata e cresciuta a stoccolma. Che brava che sei a spaziare in tutti i campi, oltre i confini !
Se passi da me trovi la CAMPAGNA BLOG, per gli amici blogger, se ti va fai un salto ! A dopo !

manuela e silvia ha detto...

Che splendida radizione c'è a Stoccolma per questa festa! Dev'essere uno spettacolo fantastico.
Buoni buoni questi dolcetti! baci baci

Luciana ha detto...

Li ho fatti anch'io oggi, buonissimi!!!
Ciao a presto!

cassandrina ha detto...

Descrivi un'atmosfera meravigliosa della quale tante volte ho sentito parlare senza mai poter vivere personalmente.
La tua deve essere stata un'esperienza assolutamente affascinante...o che comunque in sogno affascina molto me.

Un caro saluto

Fabiana

astrofiammante ha detto...

ma che belli che sono...e dentro sono morbidi o friabili? il GLÖGG o vin brulè l'ho bevuto qui ai mercatini sabato e dopo un po' ho tolto sciarpa e aperto il capotto ;-)) anche in Finlandia credo di aver mangiato i Kanebullar e mi erano piaciuti molto,tanto che me ne ero anche portati a casa...ciao bellissima, un bacione!

(il link di Kanelbullar riporta allo stesso post)

marifra79 ha detto...

Bello!Magari poter andare almeno una volta a Stoccolma e vedere questa bellissima tradizione!!!Buono questo Pandolce!UN ABBRACCIO

Anonimo ha detto...

Bel sito, complimenti. Scusa se vado OT , ma una domanda ad una "golosa" come te, devo farla: vedo nel "carrello della spesa" parecchi negozi, siti ecc., mi aspettavo di trovare Eataly, strano. Da Fauchon, ad esempio, ci sono stata parecchie volte, ma eataly è tutt'altra cosa, sicuramente non da meno,anzi certi prodotti hanno uno qualità estremamente maggiore nello store di Torino -non fermiamoci al packaging!!- lo stesso vale per Fortum & Mason. E poi ShopThai??!!
Ciao
Francy

angicock ha detto...

Bellissimo il tuo racconto, mi è parso di esserci anch'io. I biscotti meravigliosi verrei fino a Zurigo per mangiarne un tot accompagnati dal vin caldo.
Buona giornata

matrioskadventures ha detto...

Buonissimi! Mi piacerebbe molto partecipare a questa festa di Santa Lucia, ho capito che per gli svedesi è più importante del Natale! vero? Buona settimana!

Sarah ha detto...

In Svizzera abbiamo un pane molto simile, anch'esso con lo zafferano :)

Sarah ha detto...

Come non detto: vedo ora che vivi in Svizzera, quindi già sai ;)

sciopina ha detto...

Fiorix in verità sono dei panini questi un pò dolci.
@Luna, anche noi usiamo il grano cotto per santa lucia, ma unita a altri cereali e legumi..
@Marili' grazie mille..arrivo...
@Manu e Silvia,trovo splendide tutte le loro tradizioni. E' un popolo fantastico.
@Luciana, come non si puo' nn farli? Sono troppo carini!
@Fabiana, diciamo che viaggiando tanto ho conosciuto e visto tante cose che ho imparato ad amare e ad inserire nella mia tradizione personale
@Astro, sono morbidi come delle brioches. Il glogg lo fanno un pò in tutta la scandinavia, cosi' come i kanelbullar. Adesso guardo un pò che combino coi post
@Marifra ti consiglio un viaggetto li' se puoi..città fantastica!
@Francy grazie! Eataly lo conosco bene, ci ho fatto la spesa, svariate volte e anche un post. Il carrello della spesa è nato un pò come promemoria di posti o siti di cui mi dimenticherei in fretta. Eataly so dov'è e cosa ha, nè ha bisogno di pubblicità. Credo non ci sia foodblogger ad ignorarne l'esistenza!Fortnum & Mason, cosi' come Fauchon, sono dei luoghi di fascino, dove si respira la storia quando ci si entra, non sono delle semplici gastronomie!Quanto al thai shop non ho capito l'interrogativo?
@Angicock, posso dirti solo che entrambe le cose sono velocissime da preparare e che non sono piu' a Zurigo ma in Italia.
@Matrioska, verissimo, Santa lUcia credo sia molto piu' sentita come festività
@Sarah, in verità non lo sapevo, perchè non vivo in Svizzera, ci lavoro da qualche mese, sono rientrata in Italia, ma ci ritornerò il prossimo mese..
Bacioni

Federica ha detto...

complimenti...chissà che buoni questi panini!

Maurina ha detto...

Sono venuti proprio carini!! Questa e' una delle forme di pane che preferisco, semplice ma d'effetto!!

germana ha detto...

Amo tutto quel che viene dal nord
Chissà che buoni questi dolcetti, da provare

Rossa di Sera ha detto...

Carissima, adoro Stoccoma anch'io, anche se ci sono stata in estate! Deve essere ancora più bello a Natale...
Un bacio!

Laura.lau ha detto...

Scusa l´invadenza, ma come hai fatto a vivere in cosi´ tante citta´? E´ bellissimo sentirsi raccontare di tradizioni e bellezze di altri luoghi da chi ci e´ vissuto ... I tuoi racconti sono sempre affascinanti ..

sciopina ha detto...

Laura, il lavoro mi porta a vivere per alcuni mesi in tantissime città, nelle quali posso integrarmi con la gente del luogo senza essere turista!
grazie per essere passata...

ELel ha detto...

Uh che bello!! Mi hai ricordato le mie vacanze a Stoccolma, ho salvato la ricetta e dopo la provo!

Lu ha detto...

E pensare che io trovavo solo ricette in svedese... fantastico!! grazie!