sabato 20 settembre 2008

Vienna e..dintorni

La permanenza austrica volge al termine e domani me ritorno nella bella Cremona, sperando che non faccia molto freddo e che possa godermi ancora per qualche giorno delle passeggiate in bici per la campagna padana, prima di andarmene nel mare del Nord per due mesi:( L'unica consolazione e' che potro' mangiare meraviglioso salmone tutti i giorni!
In questi giorni mi sono alimentata di zuppe, carne e patate(manco a dirlo) e qualche dolcetto. Un morsetto giusto giusto e il resto ai passerotti "boteriani" delle grandi citta'. Sapete che vi dico? Ste Sacher, imperial e strudel dei grandi alberghi mi hanno proprio stufato. Ma quanto sono meglio i dolcetti made in Italy e soprattutto i nostri ciambelloni fatti in casa? Ma per asserire tutto cio' bisogna provare e sperimentare e quindi non smettero' d'informarmi e aggiornarvi.
L'hotel Imperial, e' uno dei piu' lussuosi e prestigiosi hotel di Vienna. Ha sede accanto a un altro tempio della musica mondiale: il MusikVerein, per capirci quello da dove trasmettono il mitico concerto di Capodanno. Se in questi giorni doveste arrivare a Vienna, vi consiglio caldamente la mostra di Van Gogh all'Albertina Museum e per un pranzo austriaco in pieno centro, Paulus stube, altrimenti il Sole a pochi passi da Stephanplatz. A 60km da Vienna a Sankt Polten, potete fermarvi al Ristorante Galerie con ottima cucina austriaca dai toni molto chic e visitare poco lontano l'abbazia barocca di Melk. Per altre informazioni visitate il blog AAA di Artemisia.




















































































































Restaurant Galerie
FUHRMANNSGASSE 1
+43 (0)2742-351305

Hotel Imperial
Kärntner Ring 16
A-1010 Wien
+43 1 501100

6 commenti:

Alex e Mari ha detto...

Che bello ricominciare a viaggiare con te! Ricordo che al Karlsplatz sono quasi morta di freddo tanti anni fa ... faceva meno 15!
Dove andrai al Mare del Nord? Certo, ora fa un po' freddino, ma devono essere dei posti stupendi.
Un abbraccio, Alex

Ady ha detto...

E proprio a me lo dici che sono meglio i ciambelloni fatti in casa?
Anche se una Sacher sai com'è la cioccolata è la mia passione!
Torna a predere un pò di calore prima dei ghiacci!
Un bacio cara e attenta al freddo e al mal di gola, copriti bene!

sciopina ha detto...

Ciao Alex, per fortuna non era tanto freddo in questi giorni...andro' in Scozia. Un mese a Glasgow e un mese tra Inverness, Aberdeen e Edimburgh.Se mi resta tempo libero mi piacerebbe andare alle Orcadi..ma vediamo come vanno le condizioni metereologiche:)))
@Ciao Ady, ho pensatp per l'appunto al tuo ciambellone soffice.Sono certa che la Sacher tu la faresti meglio. mi sa che mi scambiano per la figlia dello Yeti:))))

caravaggio ha detto...

grazie con le tue bellissime foto mi hai fatto ritornare la voglia d'andare a vienna!

PuroLino.it ha detto...

Splendido reportage... come sempre.
Purtroppo sono sempre di corsa, ma me lo son letto tutto d'un fiato.

Bravissima

elisabetta ha detto...

Che belli questi post su Vienna, hai proprio colto l'atmosfera della città.
Ma davvero parti per la Scozia? e per così tanto tempo? le isole scozzesi sono tra i miei "prima o poi ci vado" :))