domenica 8 febbraio 2009

Ravioli d'Ortica Ripieni di Ricotta su Fonduta di Pecorini e Petali di Pachino..

Questo piatto l'ho preparato qualche settimana fa di ritorno da Belfast, prima di ripartire per Glasgow. Avevo della farina d'ortica trovata in un'erboristeria a Bologna che non avevo ancora utilizzato e che stava per scadere.. come al solito.. Ho unito della farina 00, le uova e l'acqua, lavorando tutto a mano. con matterello e olio di gomito. Non ho la macchinetta per tirare bene la sfoglia cosi' è stata una faticaccia, ma n'è valsa la pena. La sfoglia era un pò spessa, rustica, ma con il ripieno e la salsa cremosa ci stava proprio bene. E' stata molto apprezzata dai commensali e dalla sottoscritta. Accompagnate con un calice di Teroldego.


INGREDIENTI:
500gr Farina 00
5 Tuorli
Olio Evo
2 Cucchiai farina d'ortica
Sale & Pepe
Acqua
250 gr Ricotta di Pecora
4 Cucchiai di Latte
Pecorino Romano
Pecorino Toscano
Pecorino di Fossa
Pomodorini Pachino

Preparate la sfoglia mescolando le farine, le uova, il sale e l'acqua. Tirate la sfoglia il piu sottilmente possibile e farcite con la ricotta alla quale avrete aggiunto qualche cucchiaio dei tre formaggi. Coprite con un'altra sfoglia e tagliate aiutandovi con la rotella dentellata. Fate riposare per qualche ora i ravioli, io li ho fatti riposare tutta la notte. Versateli nell'acqua bollente poco salate e cuocete finche nn saliranno a galla. Nel frattempo preparate la salsa di pecorino, facendo sciogliere un mix grattuggiato dei tre formaggi in un pentolino con del latte, a fuoco lento, aiutandovi con una frusta. Cuocete brevemente i pomodorini tagliati in quattro insieme ad uno spicchio d'aglio e olio. Privateli della buccia. Scolate i ravioloni. Adagiate sul fondo del piatto di portata la crema di pecorini e disponete alcuni ravioli e petali di pomodorino. Spolverate con pepe nero e un filo di olio.

24 commenti:

Le Vinagre ha detto...

sembrano fantastici questi ravioloni...li ho mangiati simili, nel senso che la pasta era chiara, senza ortica, ma insieme alla ricotta nel ripieno ce n'era un pò tritata...
bravissima, ottima ricetta!!!

valina ha detto...

Bella la pasta fresca!!! Ma la farina di ortiche dove si trova?

andrea matranga ha detto...

ottimo primo piatto, molto fresco e saporito quasi una fonduta

manu e silvia ha detto...

Che particolari questi ravioli! non abbiamo mai assaggiato un piatto con l'ortica...ma ci incuriosisce!
certo che poi qui i colori non mancano!!!
davvero bravisssima!!
bacioni

astrofiammante ha detto...

questa farina d'ortica...pensi che qui ci sia? piatto davvero superlativo....come va, prendi il sole ? ;-)))

Carolina ha detto...

Mi sono sempre chiesta come fossero i ravioli d'ortica... Ed eccoli qua! Sembrano molto appetitosi...
Buon inizio di settimana!

Claudia ha detto...

Ma son divini sti ravioli!!! sai che non avevo mai sentito della farina di ortiche???? una vera novità per me.... :-))) quando mi inviti a pranzo??? bacioni e buon inizo settimana...

Romy ha detto...

Mamma mia, che brava che sei stata a fare tutto senza la "Nonna Papera"! Dalla foto fanno venire l'acquolina in bocca, e anche la scelta del Rotaliano è perfetta, secondo me...Una cosa...dove si trova la farina di ortica? Mi interesserebbe comprarla! Baci :-)

Gunther ha detto...

che ricettona molto originale complimenti, dovremmo imparare ad utilizzare le ortiche, durante l'estate di faccio la zuppa

michela ha detto...

ciao Piacere reciproco..ti linko subito.
ciaoooooooooooo!!!

Camomilla ha detto...

Ti sono venuti davvero bene, qui a Bologna usiamo molto l'ortica nella pasta all'uovo, soprattutto per le lasagne!
Trovo ottimo anche il sugo di accompagnamento, molto goloso!
Un bacione!

Virginia ha detto...

Tu non lo sai ma mi hai dato l'ideona del secolo!!
2 settimane fa ho comprato un sacchetto di ortica essicata, convinta dalla venditrice che ci avrei fatto il risotto del secolo...ma siccome non ho ancora avuto il coraggio di provare e -non so perchè- temo che butti male, posso frullare il tutto e farne una farina da utilizzare per la pasta fresca come hai fatto tu...
La mia coscienza si sente già risollevata...

panettona ha detto...

non immagini la mia gioia nello scoprirti mia conterranea!!!
una gioa che solo noi del sud proviamo quando in luoghi distanti dalla nostra casa ( per me il web , per te il web e la tua città;) ) incontriamo chi come noi si porta dietro il profumo della propria madre terra!!!!
un abbraccione e , magari, se passi di qui fammi un fischio che sarai la benvenuta!!!

Vale ha detto...

che belli questi ravioli,coloratissimi!e sambrano anche buonissimi!

sciopina ha detto...

Ero un po' titubante sul sapore che avrebbe potuto avere..invece ci ho azzeccato in pieno. Certamente l'ortica fresca e migliore e si presta di piu' alla farcia.
@Valina la farina di ortiche da me cosi' chiamata è una polvere in realtà e l'ho trovata in erboristeria.
@Andrea hai ragione..ho sbagliato il termine ecco è una fonduta di formaggi piu' che una crema..grazie aggiusto anche il titolo del post. ei tuoi complimenti sono graditissimi.
@Manu e Silvia un omaggio al nostro tricolore! evi consiglio di provare l'ortica magari fresca...è molto delicata.
@ Ciao Astro..beh piu' che il sole prendo la neve..ce n'è un sacco e vado in giro con gli stivali di plastica e i paraorecchie...
@ Carolina ti confermo che lo sono..assolutamente da provare..magari anche in altra versione..
@Claudia come dicevo a Valina piu' che una farina che la ricorda per la consistenza sarebbe piu' corretto chiamarla polvere d'ortica!A pranzo qdo vuoi...
@Romy prova in Erboristeria..io l'ho trovata li' o magari in qualche negozio bio /vegano
@Wowo Gunther la zuppa deve essere una prelibatezza..mi dai la ricetta?
@Camomilla, infatti l'ortica l'ho trovata in un'erboristeria attrezzatissima vicino a via delle belle arti a Bologna..
@ Dai Virginia fai l'esoperimento e poi mi dici...
@Panettona abbiamo un'altra conterranea bloggista Cocozza..per il momento siamo in tre. Mi farebbe piacere qdo vengo ad Avellino organizzare un meeting gastronomico con le conterranee..
@Grazie Vale..

un abbraccio a tutti voi..

Ciboulette ha detto...

maggica sciopi', ll farina di ortiche.....e che poesia i ravioli fatti a mano!! Tutto bene lassù?? Un bacione!

sciopina ha detto...

Ciboulette...sono sommersa dalla neve..però che bello!

sweetcook ha detto...

Eccomi quà a ricambiare la visita ed anche i complimenti:P
Bello il tuo blog!

sciopina ha detto...

Benvenuta...

Rossa di Sera ha detto...

Ma dai, la farina di ortica?.. Troppo bella questa.. Ed io vado per i campi a raccogliere le cimette, con i guantini e bustine?..
Comunque, l'abbinamento tra le ortiche, pecorini e pomodori mi sembra perfetto!
Un abbraccio!

sciopina ha detto...

Grazie. pero' l'ortica fresca è buonissimaaaaaaaaaaaaaaaaaa
un abbraccio anche a te..

Giovanna ha detto...

ciao, un bellissimo piatto!

Paola ha detto...

Come va cara Sciopì, tutto bene? Non ho mai mangiato l'ortica fresca ma la tua ricetta sembra eccellente!!!

sciopina ha detto...

grazie giovanna..
@Paola tutto bene. oggi è una bellissima giornata. L'ortica fresca crdo d'averla mangiata una volta tanti anni fa a Cosenza in un ristorante dove facevano delle cose particolarissime tra cui i tortelli ripieni di ricotta e ortiche fresche. Ricordo che erano deliziosi!
Questa polvere essendo secca ha un profumo piu' intenso quindi va dosata con parsimonia e solo per impasti.Grazie come sempre..

Un bacione