sabato 3 gennaio 2009

In giro per London..

La mia ultima tappa londinese ha avuto base a Broadgate fulcro finanziario della City.
Un'area di quasi 130.000 metri quadrati dove si alternano sculture, piazze con illuminazioni al neon e grattacieli dalle forme avveniristiche come il 30 St Mary Axe soprannominato The Gherkin ossia il cetriolino, mera allusione alla forma fallica. Nonostante questa sia una zona di uffici e dunque per definizione noiosa, mi sento sicuramente di dissentire e considerarla invece una zona molto piacevole, piena di vita, ristoranti e negozi, con l'interessantissimo mercato di Spitalfield.
In metropolitana, in bus o a piedi potete raggiungere le attrazioni piu' famose di Londra in meno di 10 minuti. Liverpool street Station è un crocevia che vi permette di raggiungere qualsiasi punto della città e l'aereoporto di Stansted in soli 45 minuti grazie al Stansted Express.
Vi consiglio di venire a fare una passeggiata alla Domenica, quando gli uffici sono chiusi, tutto è tranquillo e il mercato è aperto. Trovate proprio di tutto dai prodotti biologici alle babucce orientali, dagli antiquari al vintage anni 70. Inoltre potete fermarvi in uno dei numerosi caffè e ristoranti che lo circondano. Il contrasto fra i grattacieli e le antiche botteghe di legno con le vetrine annerite è un 'immagine che si stampa repentinamente nella memoria. L'Hotel Andaz è un boutique hotel di lusso dal design Hi Tec. I ristoranti all'interno sono chic ma non impegnativi, la clientela è giovane e i prezzi a pranzo accessibili. Per la sera invece preparatevi a un budget consistente, soprattutto per il ristorante giapponese Miyako, vi assicurò pero' che la qualità del sushi e degli altri piatti ne vale veramente la pena. Il servizio a dir poco ottimo. In broadgate square invece, in una struttura di vetro c'è Gaucho un ristorante fusion argentino very cool. Fa parte di una catena che trovate in altre zone di Londra, tutti i ristoranti sono arredati nello stesso stile. La carne è ottima, i vari tagli vengono mostrati su di un grande tagliere prima di ordinare. Il servizio è ottimo e solerte. All'interno di Spitalfield Market c'è una serie di ristoranti piu' economici ma non meno buoni e cool. Ho provato The Real Greek, anch'esso facente parte di una catena londinese e devo dire che mi è piaciuto molto, soprattutto il dessert. La coppa gelato, panna, yogurth, kataifi, miele, e caramello era goduriosamente peccaminosa!
A Southbank Centre all'interno del Royal Festival Hall trovate Skylon "a contemporary restaurant" con vista mozzafiato sul Tamigi con grill e ristorante piu' formale. Potete optare per un pretheatre menu piu' economico e poi scendere giu' di qualche piano e gustarvi un bel concerto. Il programma della stagione lo trovate qui.
Se doveste trovarvi all'aereoporto di Heathrow vi consiglio un pranzo o cena da Gordon Ramsey.
Ottimo servizio e piatti altrettanto buoni..se proprio non vi va il solito tramezzino simil plastica..

















































































































































































































































































































































































Dormire a Broadgate London
Hotel Andaz

Mangiare a Broadgate London
Myako Japanise Restaurant
The Real Greek
Gaucho

Mangiare a Southbank Centre London
Skylon

Mangiare a Heathrow Airport
Plane Food

Food Shopping Broadgate London
Verde & Co
A. Gold
42 Brushfield Street, Spitalfields
London, E1 6AG

9 commenti:

Romy ha detto...

Non ho mai visto Londra, e muoio dalla voglia di andarci....bellissimo post, complimenti! bacioni e buona serata! :-)

Ady ha detto...

Sei davvero una trottolina Sciopina, fa pure rima, vabbè, un giorno qui l'altro lì, Londra è bellissima in questo periodo ma chissà che freddo, vero?
Bellissimo il tuo reportage!
Un abbraccio caldo caldo

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

L'ultima volta che sono stata a Londra avevo 18 anni. Sarà ora di tornare, no? Le tue dritte sono sempre preziosissime.
Un bacione
Alex

Luca and Sabrina ha detto...

Esprimo gli stessi sentimenti circa Broadgate, dove tradizione e modernità si sposano con armonica disarmonia ed è vero che le immagini si sovrappongono e rimangono impresse. Addirittura estendo lo stesso sentimento all'intera Londra, città che gioca coi contrasti, con le contraddizioni, riuscendo a trovare in questo gioco l'armonia ed il fascino che la contraddistingue. Molto belle le foto, le abbiamo apprezzate molto! Tanti luoghi che hai nominato mi sono familiari, come il mercato od il Groucho. Grazie per le suggestioni che ci hai regalato!
Un abbraccio da Sabrina&Luca

Anicestellato... ha detto...

Londra è meravigliosa ed i tuoi reportage deliziosi, un abbraccio

AmosGitai ha detto...

Londra... splendida città... beata te... anche se qui a Roma non mi lamento!!!

Augurandoti un felice e sereno 2009 ti invito a votare i CINEMAeVIAGGI AWARDS 2008: scegli tu i migliori film ed interpreti del 2008!!!

Artemisia Comina ha detto...

i post delle feste sono uno più bello dell'altro, e ora London! è sempre un piacere farti visita :) buon anno.

sciopina ha detto...

romy...devi andarci!è un must!
Ady veramente son in Italia queste sono le foto del mese scorso!ma tra pochi giorni parto per l'Irlanda!
@Alex, eh sarà proprio ora, non vorrai tornarci in vacanza studio accompagnando i tuoi nipoti!:)))Se ci vai fammi sapere poi se ti piacciono i luoghi postati.
@Luca e Sabrina, avete proprio ragione di estendere questa sensazione ottica ed emotiva a tutta Londra. E' un piacevole continuo contrasto dove i vetri a specchio si amalgamano alle guglie gotiche senza far soffrire gli occhi, ma anzi...
@Anice si proprio bella e in continuo fermento
@Amos, beh direi che sei proprio fortunato a stare nella città eterna..meglio di cosi'.. dai!
Ho guardato il tuo blog, ma purtroppo ho visto solo No Country for Old Man che mi è piaciuto tantissimo.
Un bacione a tutti voi...

cassandrina ha detto...

Bellissimo il carosello di immagini che hai proposto, ho curiosato con attenzione e con invidia.
Ma questo Gordon Ramsay è più che Divino, Uno e Trino ( se non di più)è veramente in ogni luogo....peccato che non ci possa essere pure io!