giovedì 1 gennaio 2009

Baccalà alla Perticaregna..


Ecco la prima ricetta del 2009. Un altro piatto degustato durante le feste, proveniente dal ricettario di famiglia. E' un piatto della tradizione contadina irpina e deve il suo nome all'unità di misura dei terreni agricoli :la"perteca" alla quale molto probabilmente venivano appesi i peperoni e fatti essiccare durante l'estate. I peperoni che si ottengono sono croccanti e asciutti. Essi sono conosciuti in Basilicata col nome di peperoni cruschi e vengono impiegati in numerose preparazioni. Senise è uno dei maggiori produttori di peperoni cruschi al quale è stato anche riconosciuto L'IGP dalla Comunità Europea.













INGREDIENTI:
Filetti di Baccalà
Olio Evo
Peperoni Cruschi

Lessate i filetti di baccalà. Immergete i peperoni cruschi in olio bollente ma senza farli friggere e spegnete subito il fuoco. Versate l'olio caldo e i peperoni sul baccala'.

4 commenti:

astrofiammante ha detto...

Sciopì...com'è 'sto barbatrucco del friggete senza friggere...io sono già imbranatuccia col fritto, ma se devo friggere senza friggere mi si ingarbuglia il cervello ;-)))))

Romy ha detto...

Quante belle cose, si imparano! Bacioni e auguri! :-)

Camomilla ha detto...

Ciao Sciopina, buon anno! Passato bene il 31?
Questo baccalà deve essere molto saporito con i peperoni cruschi, mi piace perchè ha pochi ingredienti ma di qualità!
Un bacio!!!

marcella candido cianchetti ha detto...

ma vuoi vedere che grazie a questa ricetta ,x altro notevole faccio pace con il baccalà? ciao